Didattica

ORCHESTRA MONTERISI 2007

1° Concorso di Composizione JACOPONE DA TODI

Nuove musiche per la scuola Todi 2009

Primo Premio a Astortango di Vincenzo Mastropirro

********

8° Concorso di Composizione JACOPONE DA TODI

Nuove musiche per la scuola Todi 2o16

Primo premio a Mostar di Vincenzo Mastropirro

Nota di Antonio Giacometti su Musica Domani

http://www.musicadomani.it/home/index.php?option=com_content&task=view&id=10665&Itemid=357

Se esiste una ricetta per far suonare insieme i ragazzi con risultati straordinari, certo questa ricetta la conosce bene il corso ad indirizzo musicale della scuola media Monterisi di Bisceglie.

Anima e motore di questo modo di far musica sono i docenti dei corsi ad indirizzo musicale. L’idea dell’orchestra dei ragazzi di Bisceglie, nasce intorno al 1989, quando la lezione individuale fine a sé stessa, mostrava evidenti limiti per quella che più avanti nel tempo si è rivelata la vera natura dei corsi ad indirizzo musicale: la musica d’insieme.

Gli insegnanti di strumento di allora, ispirati dalla felice intuizione di Vincenzo Mastropirro, individuarono nella musica d’insieme la strada più convincente per proporre un percorso didattico che fosse davvero formativo. Le conferme a questa scelta del tutto innovativa, non tardarono e, l’orchestra della Monterisi di Bisceglie, è stata fra le prime sul territorio nazionale a partecipare a Rassegne nazionali e a gemellarsi con scuole di altre città: Faenza, Treviso e Bari.

I riconoscimenti per l’orchestra, riguardano anche la partecipazione a numerosi concorsi nell’ambito dei quali ha conseguito ottimi risultati, ottenendo sempre piazzamenti tra primo e secondo premio in numerose località come Ischia, Pagani, Ruvo di Puglia, Giovinazzo, Barletta, Ancona, Città di Castello, Campobasso, San Severino Marche, Trani, Todi, Corato, Roma, Foggia, Vallo della Lucania, Napoli, Loreto, Castel di Sangro, Cosenza, Polignano ecc.

Al di là dei risultati, ciò che colpisce chi li ha ascoltati è la disinvoltura di questi ragazzi, che uniscono l’impegno ad una preparazione musicale davvero ammirevole per soli due o tre anni di studio con lo strumento. Ma il vero segreto è il far musica insieme senza formalismi, dove alunni e docenti crescono insieme affidandosi alle loro abilità intrecciate a passione e divertimento, regalando al pubblico e a loro stessi emozioni indimenticabili.

Nota a cura di Vincenzo Grossi

Vincenzo Mastropirro è attivo come didatta da molti anni. La sua preparazione in tal senso è testimoniata dai Diplomi in Musicologia e Pedagogia musicale conseguiti alla Scuola Superiore di Fermo.

13235483_1108120372589320_6411977767157619029_o

Ha continuato i suoi studi di aggiornamento in tal senso con il compositore Antonio Giacometti, noto per la sua estrema preparazione nell’ambito della pedagogia musicale, testimoniata dagli innumerevoli brani scritti per ragazzi e dai libri sull’argomento: basti ricordare “LINGUAGGI E FORME PER INVENTARE” una propedeutica alla composizione con proposte di applicazione didattica. (Rugginenti Editore 1999).

Foto a lato: Bisceglie (Ba) – Scuola Media Statale “M.Monterisi”

V.M. insegna flauto nella Scuola Media ad Indirizzo Musicale “Monterisi” di Bisceglie(BA), ed è li che l’ho conosciuto anni or sono. Erano già 6 anni che mi cimentavo nella didattica per le medie ex-sperimentali con il conseguente impegno nella produzione di elaborazioni facili di brani classici. Debbo dire con un certo riscontro, tanto che mi convinsi a tentare addirittura la strada editoriale. Quando ebbi modo di venire a contatto con Mastropirro immerso nelle prove d’insieme a Bisceglie, scoprii che il mio lavoro confrontato con quello di V.M. era di un puerile accademismo: la sola presenza scenica di V.M. trasmetteva musica, nel senso di voglia di farla ai ragazzi e attenzione estrema nell’ascoltatore.

Foto a lato: Bisceglie (Ba) – Scuola Media Statale “M. Monterisi” DSC06950

Pur avendo girato qualche scuola, vuoi per trasferimenti, vuoi per Concorsi Nazionali dedicati alle S.M.S.I.M., non ho mai visto nulla di simile: oltre a qualche geniale rifacimento di brani di repertorio, V.M. ha scritto per l’insieme strumentale e corale della sua scuola decine di brani originali, nati su misura ( e ben oltre) le capacità presumibilmente raggiungibili da ragazzi di 11-14 anni. Doveva arrivare R.Benigni a leggere la Divina Commedia in TV per poter riprovare una simile emozione e la sensazione di un interesse “vitale” verso il fare musica ottenuto dai ragazzi.

Foto a lato: Bisceglie (Ba) – Scuola Media Statale “M.Monterisi”

CONCORSO NAZIONALE SARRO 2008 ORCHESTRA MONTERISI 1°Premio assoluto

La sua esperienza è stata richiesta all’Istituto Musicale di Modena per uno stage di Composizione Didattica.

Comune di Modena – Istituto Musicale Pareggiato “Orazio Vecchi”

A.A. 2001/2002 -2002/2003

ATTIVITA’ FORMATIVE DI INNOVAZIONE DIDATTICA

MASTER DI COMPOSIZIONE DIDATTICA

Linguaggi, tecniche e forme: La trascrizione e l’arrangiamento

docente Vincenzo Mastropirro

Finalità del corso

Offrire l’opportunità di sviluppare o di rinforzare competenze compositive relative all’ambito didattico ( musica per gruppi strumentali ai primi livelli di MASTER DI COMPOSIZIONE DIDATTICA apprendimento, teatro musicale per e con bambini e ragazzi), curando in particolare le valenze educative e formative degli eventi musicali elaborati.


Insieme al M° Salvatore Barile ed altri colleghi della provincia di Bari ha partecipato all’iniziativa del Conservatorio per l’insegnamento strumentale di base.
Conservatorio Musicale Niccolò Piccinni – BARI ( A.A. 2003-04 )
Dipartimento di Didattica – Coord. Prof. Mariantonietta Lamanna
Corso di formazione per l’insegnamento strumentale di base SUONARE INSIEME per e con bambini e ragazzi.
Come e perché la musica d’insieme diventa l’intuizione didattica più significativa fin dai primi anni dell’istruzione musicale.
FONDAMENTI TEORICI E ANALISI DI ALCUNE ESPERIENZE

  • la realtà concreta delle scuole medie ad indirizzo musicale.
  • la ricerca e la costruzione di un repertorio per gruppi/orchestre anomale.
  • la trascrizione e l’arrangiamento.
  • la composizione originale: minimal music, musica tonale, microjazz, l’alea,poliritmie ecc.
  • l’impiego di software per la composizione e la notazione.
  • dalla teoria alla pratica: tempi e modi per suonare un brano.
  • il rapporto psico-pedagogico tra docente/direttore e gruppo/orchestra.
  • musica come teatro per la realizzazione di spettacoli integrati pluridisciplinari.

1° Concorso di Composizione JACOPONE DA TODI

Nuove musiche per la scuola Todi 2009

Primo Premio a Astortango di Vincenzo Mastropirro

 

 

 

 

 

 

 

 

8° Concorso di Composizione JACOPONE DA TODI

Nuove musiche per la scuola Todi 2o16

Primo premio a Mostar di Vincenzo Mastropirro

13223410_10209688519560467_1030873371_o

 

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML Valido
Sito creato da Francesco Catino