Osservare il cielo stellato a Serra Petrullo come novelli Silver Surfer – Ruvo di Puglia (Ba)

Osservare il cielo stellato a Serra Petrullo come novelli Silver Surfer – Ruvo di Puglia (Ba)

26 Ago 2020 - 20:00 - Contrada Serra Petrullo - Ruvo di Puglia

​Mercoledì 26 agosto, alle 20.30.

L’evento “A cavalcioni sul caos, tra costellazioni, miti e suoni”​ è realizzato da Fondazione “Angelo Cesareo” e Osservatorio astronomico “Andromeda” di Corato

 

«Cosa è l’ universo se non incessante, precario equilibrio di catastrofi e creazioni? – scrivono dalla Fondazione – Osservare, allora, i cieli dal nostro minuscolo asse-contrada di Serra Petrullo ”Angelus Novus” sarà come provare a muoversi su un surf a cavalcioni sul caos, come provare a immaginare, nella nostra fragilità, di scivolare tra le onde di un cosmo che di ”perfetto” e ”bello” ha solo il suo apparire. Sarà come provare a recuperare, nell’ordinata burrasca di costellazioni, pianeti, tra misteriose onde e radiazioni cosmiche, nell’enigmatica materia oscura, quel nostro smarrito stupore e sentimento di angoscia, avvolti dai cieli senza confini.

Sarà come recuperare quella dimensione mitico-poetica, non solo perché è nel mito, in quanto racconto e poesia, che si eleva e si immerge, agli inizi, l’Umanità per spiegare l’inquietante indefinito e l’oscura notte, oscillando tra noto e ignoto, principio e fine, caos e ordine, ma perché, l’evento dell’osservazione dei cieli a Serra Petrullo, dal mito, anche, sarà accompagnato e con questo si intreccerà, come in una spirale, attraverso racconti, risonanze, immagini pittoriche e riflessioni… Si intreccerà, come in un gioco di specchi e suggestioni, provando a esprimersi e a comunicarsi, laddove sarà possibile, con estemporanei suoni e ritmi da parte dei partecipanti. Non sono infatti i suoni e i ritmi quelli che meglio, pitagoricamente, rendono e dinamicamente fanno sintesi dell’universo, tavolozza di luci e tenebre, di armonie e dissonanze, volumi e vuoto…? Che conservano, come i miti (e la scienza), come l’esistenza, tracce di quel primo caos su cui (e con cui) l’arte, come su un surf, prova, faticosamente, a plasmare un ”ordine” sempre ”ferito” e inafferrabile che chiamiamo ”bellezza”?

Interpreti e surfisti, tra le spirali e tanta materia oscura, della serata saranno Pasquale AbbattistaGiovanni PappagalloNicolò SerafinoFranco Amenduni, Vincenzo Mastropirro… e chi, tra i partecipanti, vorrà offrire un suo contributo di arte e di riflessione in forma interrogante…». Per informazioni scrivere a fondazioneangelocesareo@gmail.com; osservatorioandromeda@gmail.com

Sito ottimizzato per Mozilla FirefoxCSS ValidoXHTML Valido
Sito creato da Francesco Catino